La gara di domenica 27 settembre valevole per il secondo turno di Coppa Italia, ci mette subito di fronte una squadra piena di grinta ed abnegazione. Abbiamo trovato nel Pinerolo un collettivo ben strutturato sia dal punto di vista tecnico atletico che da quello caratteriale con la loro aggressività. Una partita molto equilibrata, un primo tempo nella quale si sono create poche azioni pericolose nelle aree di gioco. Il gol del Pinerolo nasce da una disattenzione da parte della difesa del Torino, calcio d’angolo in cui la centravanti del Pinerolo si smarca e si trova quasi da sola a spinge la palla di testa in porta, un’azione simile si verifica subito all’inizio del secondo tempo, ma questa volta Malosti compie un miracolo e para.

Il Torino non riesce ad esprimere il suo valore tecnico in campo, dovuto soprattutto alla pressione esercitata da parte delle giocatrici avversarie, il loro ottimo posizionamento impedisce alle nostre ragazze di creare azioni da gol, gli scontri tra le fasce non consentono l’arrivo di palloni in mezzo all’area, tali da impensierire Milone, numero uno pinerolese.

Il cambio modulo. Nel secondo tempo con gli inserimenti di Lombardo e Crisantino, permetteno di alzare gli esterni della squadra. L’ingresso poi di Sodini come riferimento da a Ponzio la possibilità di farsi trovare smarcata al momento giusto. Il Pinerolo difendendo a tre si è trovata molto più in affanno a marcare Sodini, la presenza della giocatrice crea nelle difensori non poca apprensione nei suoi confronti, conoscendo la qualità e la caparbietà della calciatrice, capace di segnare più di 300 gol in tutte le serie calcistiche.

L’episodio che salva le pinerolesi avviene al 20’ nella quale Milone compie il miracolo su una giocata magistrale proprio della Sodini. Un tiro a giro che il portiere tocca con le punte delle dita, sufficiente a far finire la palla sull’angolo basso alla sinistra del portiere per il calcio d’angolo.

Il gol del pareggio nasce da un’azione sulla destra, palla su Lombardo che carambola e fa arrivare il pallone a Favole, la quale con una sterzata lascia sul posto due giocatrici del Pinerolo, guadagna metri e vede l’inserimento da parte di Ponzio sul secondo palo, cross chirurgico che scavalca le imponenti difensori per il colpo di testa di Ponzio che fa finire la palla alla sinistra di Milone.

Risultato che fa calare il livello tecnico del Pinerolo, dopo aver speso parecchio in campo, un risultato giusto per come si è visto il gioco svolto fino ad allora, un punto che dà fiducia al Torino per il passaggio al turno successivo in Coppa Italia.

2020-10-06T15:16:28+00:00

Leave A Comment