Saul Niguez contro tutto e tutti

Saul Niguez lascia a 12 anni il Real per episodi di bullismo. Un dramma durante l'esordio in Champions. Ma non molla ed ora è uno dei centrocampisti più forti.


I calciatori giocano con le palle, Saul Niguez è un giocatore con le palle.

É passato più volte attraverso l’inferno ma ne è sempre uscito. 

Da ragazzino a 12 anni lascia il Real Madrid per spiacevoli episodi di bullismo, gli sottraevano oggetti personali, subiva ingiuste punizioni per episodi che non aveva commesso.

Lascia il Real Madrid per andare all’Atletico dove brucia le tappe ed esodrisce a 17 anni. Nel 2012 vince i mondiali under 19. 

Nel febbraio 2015, durante il suo esordio in Champions contro il Bayer Leverkusen, quella che doveva essere una serata di festa si trasforma in un vero e proprio incubo. Un colpo inferto da Papadopoulos gli impedisce di uscire con le sue gambe. Da due anni ha con un catetere interno. Ma non ha mai mollato. Arriva addirittura a richiedere al proprio medico curante di rimuovergli un rene pur di continuare a giocare.

Per Simoeone Saul può essere uno dei migliori centrocampisti al mondo, ha tutto quello che serve: etica, visione, ritmo e tocco. 

  1. Saul Niguez è

    1. un pazzo
    2. un professionista che fa il suo lavoro
    3. un grande esempio da seguire
    4790 votes
    Share Your Result

Comments 0

Saul Niguez contro tutto e tutti

Scegli un formato
Sondaggio
Votazione per determinare pareri o prendere decisioni
Storia
Testo formattato con embeds e visuals
Lista
Lista di elementi
Lista aperta
Submit your own item and vote up for the best submission
Lista votabile
Upvote or downvote to decide the best list item
Meme
Carica le tue immagini per creare memes personalizzate
Video
Youtube, Vimeo o Vine embeds
Audio
Soundcloud o Mixcloud embeds
Immagine
Foto o GIF
Gif
Formato GIF