Daniele De Rossi

Secondo la Uefa è il calciatore più fedele d'Europa. Forse una delle ultime bandiere rimaste.


0

Daniele De Rossi parla per la prima volta in TV del suo ritiro

Proprio in questi giorni in cui la Serie A sta per ricominciare Daniele De Rossi rilascia un’intervista che tuona come monito di allarme per i tifosi della Roma. Neanche due anni fa i tifosi giallorossi e quelli di tutta Italia salutavano Francesco Totti in occasione del suo addio al calcio giocato.

Da allora Daniele De Rossi ha indossato la fascia di capitano diventandone l’erede naturale.

“Iniziate ad abituarvi all’idea, non manca molto”

Il giocatore parla in realtà in maniera trasparente e serena. Ammettendo di voler giocare fino a quando è certo di non risultare un “peso”. Parla degli addii della Roma, Di Bartolomei, Conti, Giannini, e ovviamente anche quello del suo capitano Francesco Totti ridendoci quasi su.

“figuratevi se non si può superare l’addio del sottoscritto”

Daniele De Rossi allenatore

Nel suo futuro De Rossi si vede allenatore. Non crede di voler e poter ricoprire altro ruolo nel mondo del calcio. Lo stesso ricoperto dal padre (attuale allenatore della primavera) ma allo stesso tempo lascia aperte diverse porte non essendo certo di voler sottoporre la famiglia agli stress, alle trasferte ed ai ritiri a cui un allenatore è necessariamente legato.

De Rossi è il calciatore più fedele d’Europa secondo la UEFA

In una stagione che ha portato la Roma nelle prime posizioni del Ranking Uefa stagionale arriva un altro riconoscimento importante da parte della massima organizzazione del calcio europeo.

De Rossi può forgiarsi del nome di “calciatore più fedele d’Europa” lasciandosi alle spalle Andres Iniesta che con il suo addio si ferma a 16 stagioni.

Daniele De Rossi A.S. Roma 17 stagioni
Andres Iniesta F.C. Barcellona 16 stagioni
Igor Akinfeev CSKA Mosca 15 stagioni
Loic Perrin St. Etienne 15 stagioni
Rui Patricio Sporting 12 stagioni

Non compare in questa speciale classifica Uefa Gigi Buffon nonostante sia alla Juventus dal 2001 perché ha vestito in passato altre maglie. In questo caso la Uefa parla di giocatori che non hanno mai abbandonato il club in cui sono cresciuti

Daniele De Rossi, l’erede di Totti alla Roma

Daniele De RossiFoto dal profilo Instagram ufficiale dell’AS Roma
 

In scia al suo ex capitano (Totti ha collezionato 25 stagioni alla Roma), Daniele De Rossi ha collezionato un numero di 17 stagioni con la maglia giallo-rossa.

Ormai prossimo alle 600 partite con la stessa maglia, partendo dalle giovanili ha ottenuto la maglia della prima squadra nel 2001.

Ecco le sue dichiarazioni riguardo la Roma di inizio stagione:

“Il rapporto con il club inizia quando sei ragazzino, e per me questo è sempre stato la Roma. Poi è diventato il mio lavoro, ma il grande amore per la squadra è rimasto ancora lì. Ho iniziato a sostenere la Roma da ragazzo e la mia personalità mi ha portato a sostenere il club con tanto fervore. Anche mio padre ha lavorato e sostenuto la Roma ma non in modo fanatico come me”.

  1. Pensi che nel calcio moderno e nei prossimi anni ci saranno ancora bandiere?

    1. Credo di si
    2. Temo di no
    7632 votes
    Share Your Result

Ti è piaciuto? Condividilo con i tuoi amici!

0
Goolbook

Rendiamo il calcio ancora più bello. Seguici anche su Instagram: https://www.instagram.com/goolbook_official/
Scegli un formato
Sondaggio
Votazione per determinare pareri o prendere decisioni
Lista
Lista di elementi
Personality quiz
Series of questions that intends to reveal something about the personality
Trivia quiz
Series of questions with right and wrong answers that intends to check knowledge
Storia
Testo formattato con embeds e visuals
Countdown
The Classic Internet Countdowns
Lista aperta
Submit your own item and vote up for the best submission
Lista votabile
Upvote or downvote to decide the best list item