Calci di Rigore

Calcio di rigore o tiri di rigore?

Si tratta di una curiosità che probabilmente i più esperti conoscono. Si può dire, ovviamente, che entrambi i termini siano corretti ma il loro uso allude a due momenti decisamente diversi.

Il calcio di rigore

Il calcio di rigore segue un fallo in area durante i tempi regolamentari del match. Come ad esempio quello calciato e sbagliato da Higuain che ha causato l’ira del suo allenatore. Vedremo dopo qui sotto il perché.

I tiri di rigore

Sono invece il modo da regolamento di concludere una partita finita in pari, quelli che regalano gioie infinite o depressioni colossali. Quelli che per intenderci ci hanno visto toccare il cielo con un dito nel 2006. A differenza del calcio di rigore non prevede la possibilità di passare la palla ad un compagno e di calciare nuovamente dopo la respinta del portiere. La scelta di questi rigori è tassativa e decretata dall’allenatore.

Calci di rigore

Ci decide chi calcia il rigore?

L’allenatore. Eventuali passaggi di “testimone” o “favoritismi” per migliorare la classifica marcatori non sono ben visti ma nessun regolamento impedisce ad un giocatore di rinunciare a battere il calcio di rigore cedendolo ad un suo compagno.

Esattamente quello che è accaduto tra i due argentini in forza alla Juventus scatenando l’ira di Max Allegri che si gira verso Buffon urlando:

DOVEVA TIRARLO PAULO!

Il tecnico infatti aveva visto l’opportunità di chiudere la partita già nel primo tempo. L’infallibile Higuain in azione non è così impeccabile dagli 11 metri. Calcia sulla sinistra ma il suo tiro viene respinto dalla ottima parata del portiere.

L’altruismo di Dybala, forse legato al fatto di aver già segnato, non è stato apprezzatto. Soprattutto visto l’esito del rigore.

[zombify_post]

By | 2018-07-09T15:03:36+00:00 marzo 12th, 2018|Articoli speciali redazione|0 Comments

About the Author:

Rendiamo il calcio ancora più bello. Seguici anche su Instagram: https://www.instagram.com/goolbook_official/

Leave A Comment